Casinò La Maddalena

01 02 03 04 05 06 07 08
Committente:
Lorenzo Dè Medici Group s.r.l.

Incarico:
Nuovo porto turistico e Casinò de la Maddalena - Studio di fattibilità tecnica

Ubicazione dell'opera:
Comune de La Maddalena (OT)

Prestazioni rese:
Studio di fattibilità
Descrizione del progetto:
In data 30 Ottobre 2007 la Soc. d’intermediazione Lorenzo de’ Medici Group s.r.l. ha conferito alla soc. ToscanaProject.com s.r.l. ed al Consorzio Stabile Opera a.r.l. l’incarico per la redazione di uno Studio di Fattibilità Tecnica di un porto turistico e di un Casinò nell’isola de La Maddalena. Per rispondere alle aspettative della committenza ed al tempo stesso fornire informazioni e spunti sulla filosofia progettuale che prevediamo per le successive fasi, abbiamo scelto di concentrare questa fase di studio nello sviluppo dei seguenti punti: - Verifica ingegneristica della fattibilità del porto con riguardo al contesto esistente. - Filosofia progettuale posta alla base delle soluzioni tecniche, dei materiali e dell’ integrazione architettonica per la realizzazione del porto e del Casinò. Usando il tempo disponibile abbiamo tradotto questi concetti in una relazione integrata da mappe, schizzi, esempi architettonici, foto di materiali, rendering, che faccia da filo conduttore, alla luce dei dati di ingresso e degli aspetti socio-economico-demografici prospettatici dalla società committente. Quanto detto fa da sfondo alla individuazione delle linee guida da tenere ben presenti in fase di scelta degli elementi di progetto, rapportandoli continuamente alle interazioni col paesaggio, fornendo interessanti ed innovative ipotesi sul soddisfacimento del fabbisogno energetico e non mancando di dare indirizzi validi ora e nell’immediato futuro, per l’integrazione dell’ edificato con la risorsa primaria: l’ ambiente e la sua conservazione. L’ integrità del luogo, la presenza di un grande serbatoio di iniziative private nel campo residenziale, turistico e commerciale rappresentano una delicata miscela di elementi per sviluppare i quali sarebbe necessario lo sviluppo di un “master plan” che sia alla base dei singoli interventi di iniziativa pubblica e privata, affinché gli intenti e gli investimenti siano il risultato di un’azione sinergica tra le diverse parti attrici. Siffatte correlazioni, presuppongono ampie concertazioni, precisi riferimenti d’ambito, volontà ed indirizzi politici chiari che trovino adeguato spazio nei progetti integrati. Nei paragrafi successivi questo concetto verrà più volte ripreso, fermo restando che singole iniziative evidentemente plausibili e più urgenti possano essere portate avanti a breve termine. La relazione si conclude con un paragrafo sui costi previsti per gli interventi ed un quadro economico di massima complessivo.