Provincia di Roma

01 02 03 04 05
Committente:
Provincia di Roma

Incarico:
Realizzazione del secondo cavalcavia sull’Autostrada Roma-Napoli in Loc. Perazzeta (Frascati)

Ubicazione dell'opera:
Perazzeta (Frascati)

Prestazioni rese:
Progetto Preliminare - Definitivo
Descrizione del progetto:
Il nodo viario tra la via di Perazzeta e l’accesso ad ESA presenta attualmente problematiche funzionali e di sicurezza legate in primo luogo alla sua geometria, specie nella sezione trasversale, ed alla presenza di alcuni accessi funzionali al futuro parcheggio a servizio della vicina Stazione Ferroviaria di Frascati.
L’esigenza principale è quindi quella relativa al raddoppio dell’opera d’attraversamento attuale, in modo da avere il contemporaneo attraversamento di due veicoli nelle due direzioni di marcia, in luogo dell’attuale senso unico alternato. Dato il buono stato di conservazione dell’opera esistente, si ritiene di operare un affiancamento dell’esistente con una nuova opera , riservando le due opere rispettivamente alla direzione d’ingresso e d’uscita dall’ESA.
E’ evidenziata inoltre l’esigenza di un percorso pedonale, che permetta l’accesso in sicurezza alla stazione ferroviaria di Frascati.
Una ulteriore esigenza manifesta dall’Amministrazione committente, in accordo con il gestore dell’Autostrada, è rappresentata dalla necessità di realizzare un interasse strutturale dell’opera di attraversamento di luce tale da permettere l’eventuale futuro allargamento della sezione autostradale a tre corsie per senso di marcia senza necessariamente intervenire nella nuova opera.
L’esigenza prioritaria è comunque rappresentata dall’ottenimento di condizioni di livello di servizio e di sicurezza alla circolazione veicolare, ed all’esigenza di miglioramento in termini di mobilità pedonale e di arredo urbano.
Tali obiettivi possono essere affrontati con l’introduzione di una doppia intersezione a rotatoria, posizionate agli estremi dell’attraversamento autostradale, che trasformi le manovre regolate da “stop” in via della Perazzeta in manovre regolate da segnale di “dare precedenza”, ed attraverso l’introduzione di un percorso pedonale in fregio alla nuova opera stradale, che ponga in collegamento l’area Esa, con il parcheggio della stazione e la stazione stessa, ma anche con la fermata Bus, che si trova nei pressi dell’accesso alla stazione.
Ulteriore esigenza è rappresentata dalla necessità di ordinare il transito pedonale attraverso la disposizione di marciapiedi e di fermate Bus, che permettano la ricucitura del tessuto urbano della frazione incentivando la pedonalità attraverso sistemi di moderazione della velocità e messa in sicurezza dei percorsi.