Villa Aureli

01 02
Committente:
Co. Dott. Leonardo Serego Alighieri

Incarico:
Consolidamento strutturale

Ubicazione dell'opera:
Comune di Perugia

Prestazioni rese:
Consolidamento strutturale
Descrizione del progetto:
L’intervento riguarda lavori di ristrutturazione per il miglioramento sismico di un fabbricato di civile abitazione, sito nel Comune di Perugia, in loc. Castel del Piano Umbro, di proprietà del Co. Dott. Leonardo Di Serego Alighieri.Le opere previste, riguardano interventi da effettuare a tutti i livelli per il miglioramento del comportamento strutturale dell’edificio. Trattasi di un edificio storico realizzato in muratura mista pietra e laterizio, con inpalcati in legno e pianelle, per una elevazione di tre livelli. All’interno dell’edificio sono presenti stucchi ed affreschi la cui salvaguardia condiziona fortemente gli interventi di ristrutturazione. I setti murari mostrano numerose lesioni generate da sisma e da un irrazionale distibuzione dei carichi, oltre che da una pressoché totale assenza di elementi di ripartizione. L’intervento consiste nella ristrutturazione dei setti murari mediante la previsione di iniezioni armate e tecnica di cuci-scuci. Tali interventi sono finalizzati all’aumento della resistenza caratteristica a taglio (tk ). A favore della sicurezza, ed allo scopo di compensare le spinte orizzontali d’origine statica, sono stati introdotti dei tiranti passivi interni ai maschi murari, sia in senso longitudinale che trasversale. A livello d’impalcato sono previsti consolidamenti delle membrature in legno mediante la sostituzione delle travi inidonee, ovvero l’introduzione di travi d’acciaio, in affiancamento a quelle in legno oppure posizionate nel loro estradosso e ad esse collegate. A livello di copertura è previsto il rifacimento dell’ala Ovest dell’edificio mediante la previsione di cordoli in acciaio e capriate di legno con l’inserimento di una trave in legno lamellare. Nell’area Est della copertura è invece prevista la sostituzione degli elementi inidonei ed il rifacimento del manto. Non sono previste opere che modificano il peso complessivo delle parti strutturali, né nei paramenti verticali, né nei suoi orizzontamenti, piuttosto si ha un alleggerimento complessivo della copertura. Non sono previsti inoltre, cambi di destinazione d’uso dei locali, che possano modificare la componente di sovraccarico accidentale. Non sono previsti interventi, ne cambi di destinazione d’uso, al livello del piano fondale, né si modificano gli stati tensionali, sul piano d’appoggio della fondazione. La verifica con metodo di calcolo tipo POR, ha confermato la compatibilità degli interventi con gli stati statico-deformativi della struttura portante.